Acireale e la riviera dei Ciclopi

Acireale e la riviera dei Ciclopi

La nascita di Acireale è legata tradizionalmente alla leggenda dei Ciclopi, i giganti che popolavano la costa ionica, e al mito del pastore Aci e della ninfa Galatea, il cui amore venne ostacolato dal Ciclope Polifemo, anch’egli innamorato della ninfa e che, per gelosia, uccise Aci lanciandogli un gigantesco macigno. In punto di morte, il pastore venne trasformato in un fiume che sbocca nel mare in una sorgente chiamata “sangue di Aci”. Nei pressi del fiume Akis, i Romani avevano fondato una cittadina omonima, i cui resti non sono stati individuati con certezza. In territorio di Aci Catena, invece, sono visitabili i resti di una statio di epoca romana, con un edificio termale noto come Terme di Santa Venera al Pozzo, attualmente Parco Archeologico. La storia incontra il mito nei luoghi della Riviera dei Ciclopi: i tre imponenti scogli basaltici detti “faraglioni”, infatti, sarebbero i macigni lanciati da Polifemo contro Odisseo in fuga, secondo il racconto di Omero nell’Odissea.

Tour mezza giornata

Tour intera giornata

Cucina tradizionale

Cuisine

Per bambini